Se le competenze professionali possono essere insegnate e si può apprendere la storia o l’arte, la partita doppia o una lingua straniera, allo stesso modo è possibile insegnare e apprendere l’immaginazione e la creatività, il pensiero critico e l’ascolto attivo, come cogliere i segnali deboli e come navigare nell’incertezza. Si investe poco in questa formazione, pensando che siano capacità innate. In realtà apprendiamo nel nostro processo di scoperta del mondo e di noi stessi, facendo esperienza, entrando in conflitto, vivendo, formandoci.
L’offerta formativa della Scuola punta proprio a questo: insegnare ed allenare quelle competenze trasversali richieste dal mercato del lavoro e utili a superare la paura di fallire per disegnare il tuo successo.