Intelligenza Corporeo-Cinestesica

Intelligenza Corporeo-Cinestesica

Mettere il piede in fallo è un’espressione con la quale si rimanda all’idea dello sbaglio, dell’aver commesso un errore. Si può cadere in fallo per una perdita di equilibrio a causa di un pendio troppo scosceso o per la mancanza di stabilità dovuta a decisioni assunte in condizioni non ottimali. La stabilità richiede la capacità di controllare i movimenti del proprio corpo e di manipolare oggetti con abilità per evitare di romperli.
L’intelligenza corporeo-cinestetica si esprime tramite le espressioni facciali, la gestualità delle mani e del corpo e i movimenti. Possedere l’intelligenza corporea cinestesica significa “saper pensare e lavorare con e sui movimenti e i gesti”, e permette a chi la possiede di usare di trovare, risolvere problemi, e anche di creare e innovare.

Quando il nostro corpo è in condizioni di funzionare bene anche la nostra mente è più lucida, connessa, ed è in grado di esprimere al meglio il suo potenziale. Quando il corpo è in forma, tutto funziona. I latini dicevano “mens sana in corpore sano” e non potrebbe esserci nulla di più corretto.
Una corpo non sano si accompagna a una mente non sana con ripercussioni sul modo in cui prendiamo le decisioni. Potremmo prediligere le scelte che ci diano un vantaggio immediato, o prendere decisioni sulla base delle solo informazioni positive da cui è possibile trarre un beneficio, senza renderci conto delle conseguenze negative.

Nelle scienze cognitive, i fenomeni più stimolanti sono spesso quelli che diamo per scontati nella nostra vita quotidiana. Molte volte nella vita, anche quando abbiamo opportunità e opzioni, non abbiamo il controllo se non siamo in armonia con noi stessi. E senza armonia, è difficile cogliere le opportunità.
Il controllo e l’armonia ci permettono infatti di ampliare la nostra visuale e cogliere le opportunità quando ci si presentano. Essere in armonia significa ascoltare ciò che ci accade ma soprattutto ascoltare il proprio corpo, sentirlo, percepirlo. E, per questa via, stimolare la nostra capacità di conoscerci e sentirci profondamente.