Focus sul presente

Focus sul presente

Dal lat. focus «fuoco», «focolare», deriv. «mettere a fuoco», «punto di convergenza di attenzione».
dal lat. prae «innanzi» e sum «sono», «cosa che è posta innanzi», «offerta», «dono».

Quando si svolge un compito o si lavora a un progetto sentendosi talmente assorbiti da quel qualcosa tanto da perdere la cognizione del tempo, allora significa aver sperimentato cosa vuol dire “essere nel flusso” (o “essere in uno stato di flusso”), ovvero trovarsi in uno stato di completa immersione in un’attività nel quale si perde il senso del sé.
La sensazione che ne deriva è totalizzante, un misto di totale focus e massimo piacere, uno stato di concentrazione talmente completo che permette di avere ben presenti l’obiettivo e il risultato finale che vogliamo ottenere mentre ci perdiamo completamente nel nostro compito.

Essere nel flusso è coinvolgente e piacevole, e spesso si ottengono risultati migliori quando ci si trova in questo stato: l’io scompare, il tempo vola o sembra fermarsi poiché siamo così concentrati sul presente, ogni azione e pensiero segue inevitabilmente il precedente.
Essere nello state of flow rende quasi impermeabili alle distrazioni esterne, alle sviste e agli abbagli e favorisce l’apprendimento implicito o inconscio: si apprende agendo, fermandosi, cadendo e concentrandosi sull’esperienza del momento presente.