Sbagliare

Sbagliare

Dal lat. baliòs «cangiante», «abbagliante».

Nel linguaggio comune, sbaglio ed errore sono considerati come sinonimi. Ma l’etimologia della parola ci aiuta a fare una distinzione profonda tra commettere un errore e incorrere in uno sbaglio.

Si commette un errore quando più o meno intenzionalmente ci allontaniamo dal percorso intrapreso, quando erriamo in modo peregrino lungo un percorso già delineato. Lo sbaglio è un abbaglio, una svista, una cantonata, un granchio ma anche un disbaglio, una sbadataggine. È all’origine di quegli errori frutto di sciatte disattenzioni, di valutazioni che trascurano informazioni rilevanti, di osservazioni sbadate.
Il grado di apprendimento da questo tipo di errori è basso, ma possiamo evitare ulteriori sviste prestando maggiore attenzione a noi, agli altri, a ciò che accade attorno.